Valtellina, escursione all’Alpe Granda da Buglio in Monte

L’alpe Granda è uno splendido alpeggio collocato a 1.700 metri di quota e incorniciato a nord dalle vette gruppo del Masino tra cui il pizzo Porcellizzo, il pizzo Cengalo, il Pizzo Badile e i pizzi del Ferro. A ovest possiamo ammirare la cima del Desenigo e la Cima di Cavislone. A est abbiamo il Pizzo Mercantelli e il monte Scermendone con alle loro spalle il monte Disgrazia.

L’escursione si sviluppa lungo una strada forestale in ottime condizioni, è un percorso semplice e adatto anche alle famiglie, in grado di regalare uno splendido panorama sulle montagne della Valtellina.

L’alpe Grande è una meta consigliata sia in estate che in inverno quando potrete camminare nella neve senza incorrere nel pericolo valanghe. La strada è normalmente battuta e non richiede l’utilizzo di ciaspole. Portate comunque i ramponicini per superare eventuali tratti ghiacciati.

Per ristorarvi potrete fermarvi al rifugio Alpe Granda che troverete nella parte orientale dell’alpeggio.

Per l’avvicinamento in macchina dovrete dirigervi ad Ardenno e quindi proseguire verso Buglio in Monte. Da questo punto si continua verso località Our di Cima e la strada diventa piuttosto stretta consentendo in alcuni tratti il passaggio solo a una vettura per volta.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

alpe granda mappa sentieri

Si lascia la vettura in località Our di Cima e si prosegue verso l’Alpe Grande lungo una strada forestale che dopo circa 2,5 kilometri vi farà superare i 300 metri di dislivello che vi separano dall’alpeggio.

Vi consiglio di continuare verso Cima Granda che vi offrirà il miglior punto panoramico dell’Alpe Granda verso le montagne circostante.
Se salite nel week end potrete concedervi una pausa ristorante al rifugio Alpe Grande che si trova all’estremità orientale dell’alpeggio.

In alternativo al percorso indicato è possibile salire da Pioda lungo un percorso più impegnativo di circa 10 km e 700 metri di dislivello.

Gli escursioni che vogliono allungare ulteriormente il percorso possono continuare lungo il sentiero che porta al Pizzo Mercantelli (2.070 metri) e subito dopo al monte Scemendone (2.127 metri). Godrete così di un panorama fantastico verso il monte Disgrazia.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.