Chiesa in Valmalenco, escursione al lago Palù partendo da San Giuseppe.

Il lago Palù si trova su un altopiano sopra Chiesa in Valmalenco a 1.921 metri di altitudine circondato da pinete e sotto l’imponente monte Sasso Nero.

Salire all’Alpe Palù è un’escursione semplice consigliata anche a famiglie e bambini.
Gli escursionisti esperti potranno integrare questo percorso per renderlo più impegnativo proseguendo verso l’Alpe Roggione e raggiungendo il Passo Campolungo. Da qui si può raggiungere la vetta del monte Motta a 2.380 metri e rientrare al lago compiendo uno splendido e panoramico anello.

Il sentiero per il lago Palù è in ottime condizioni e non presenta nessun punto insidioso.
In inverno potrete salire in sicurezza senza il pericolo delle valanghe. A meno che non sia nevicato da pochi giorni, troverete una traccia battuta, superabile con il solo ausilio dei ramponcini per i tratti eventualmente ghiacciati.

La presenza di un rifugio sulla sponda del lago rende questa escursione interessante anche per chi desidera un punto di appoggio confortevole dove pranzare o ristorarsi.

Arrivare in macchina a Chiesa in Valmalenco e quindi alla frazione di San Giuseppe dove inizia l’escursione non è un problema. La strada è larga permettendo sempre il passaggio di due vetture contemporaneamente.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

alpe palu mappa sentieri

Raggiungete Chiesa in Val Malenco e continuate fino a località San Giuseppe a quota 1.500 metri dove potrete parcheggiare. Il sentiero attraversa un bosco di larici e per tutta l’escursione prosegue con pendenza moderata.

Dopo due kilometri di cammino si arriva in località Barchi dove troverete l’omonimo rifugio. Continuate a seguire il sentiero attraversando il bosco, raggiungerete l’Alpe Barchetto a quota 1.800 metri.

Ancora 100 metri di dislivello e sarete al Lago Palù. Potrete effettuare una sosta al rifugio che sorge sulla sponda del lago oppure, in inverno, sfruttare la superficie ghiacciata, per attraversarlo da nord a sud.
In estate, come alternativa, avrete un comodo percorso sterrato che vi permetterà di effettuare il periplo completo del lago.

Sarete circondati da vette imponenti, a nord potrete ammirare il Pizzo delle tre Mogge, il Pizzo Malenco e il Sassa d’Entova.
A est il monte Braccia e Punta Rosalba con alle spalle il famoso monte Disgrazia.
A sud la cresta rocciosa del Roggione che nasconde il monte Motta punto di arrivo della seggiovia utilizzata dagli sciatori.
Se continuate a seguire il sentiero verso l’Alpe Roggione e vi dirigete a Passo Campolungo potrete ammirare anche il Sasso Moro e la diga di Alpe Gera.

Per il rientro seguite il percorso diretto per località Barchi che per un tratto affianca la pista da sci.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.