Escursione da Eupilio verso il Monte Cornizzolo con visita al Monte Rai e alla riserva del Sasso di Malascarpa

Il Monte Cornizzolo è una montagna molto nota tra le prealpi lombarde. Alta 1241 metri, fa parte del Triangolo Lariano e può essere raggiunta in vari modi. In questa guida illustrerò in particolare il percorso che parte da Eupilio ma ci sono diverse alternative di media difficoltà che partono da Valmadrera o dalle Fonti di Gajum di Canzo e percorsi più impegnativi che partono da Civate o Suello (il percorso più veloce, la direttissima, un itinerario di 2,5 km per 900 metri di dislivello).

monte cornizzolo

La salita da Eupilio è la più facile e nella Variante 1 si rivela adatta anche a famiglie e bike. La strada ha una pendenza piuttosto uniforme che si attiene intorno al 9% e può essere percorsa anche in inverno in presenza di neve.
Sotto la vetta si trova il rifugio Maria Consigliere dove è possibile ristorarsi il mercoledì e la domenica. Nei giorni di chiusura del rifugio è importante munirsi di abbondante riserva d’acqua perché lungo il tragitto non troverete fonti.

Il panorama abbraccia moltissime vette, in primo piano abbiamo i Corni di Canzo, più in lontananza ma comunque con un’ottima visuale possiamo ammirare il Monte San Primo, il Bollettone e il Palanzone, il Moregallo, le Grigne e il Resegone. Guardando verso sud si ha un’ottima visuale sui laghi di Annone, Pusiano e Garlate.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

monte cornizzolo mappa

Itinerario per il monte Cornizzolo

Consiglio di lasciare la vettura al parcheggio disponibile sotto la Trattoria Brianzola di Eupilio. Per raggiungerla arrivate al lago di Segrino, seguite le indicazioni per Monte Cornizzolo, uscirete dal paese salendo lungo la montagna per qualche centinaio di metri fino ad arrivare a uno sterrato dove potrete parcheggiare.

trattoria brianzola di Eupilio

Da li si segue la strada asfaltata salendo per 100 metri finché sulla destra non noterete una mulattiera, prendetela!

sentiero verso trattoria alpe carella

Si arriva alla trattoria Alpe Carella normalmente aperta dove si possono prendere dei panini.
Si continua lungo la strada asfaltata salendo gradualmente con pendenza costante.

strada asfaltata

Usciti dal bosco arriveremo a un primo tornante dove si può ammirare un’ampio panorama verso San Primo, il Bollettone e il Palanzone.

vista su bollettone e palanzone

Proprio in quel primo tornante che incontreremo dopo essere usciti dal bosco dovremo fare attenzione perché non è presente nessun cartello ma parte la deviazione per il bellissimo sentiero delle creste che vi consiglio e che vi porterà in cima al Cornizzolo.
Se siete una famiglia o in mountain bike invece proseguite lungo la strada asfaltata che vi porterà dritti al rifugio sotto il Cornizzolo a cui potrete salire tramite un sentiero ben visibile.

inizio sentiero sterrato

Da questo punto il sentiero diventa molto ripido e si mantiene in cresta fino alla vetta del monte Cornizzolo.

fine della fase di salita ripida

Sulla nostra destra inizieremo ad avere una bella vista sul lago di Annone e il Monte Barro.

lago di annone

Alle nostre spalle vediamo il lago di Pusiamo

lago di pusiano

Alla nostra sinistra vediamo uno scorcio del lago di Lecco, il Monte San Primo e i Monti Bollettone e Palanzone.

vista sul monte san primo

La vetta del Monte Cornizzolo!

Eccoci finalmente in vetta. La Croce del monte Cornizzolo è davvero ben costruita possiede anche un sistema di illuminazione che si accende di notte.

croce di vetta monte cornizzolo

Il panorama è bellissimo in particolare verso i vicini Corni di Canzo, le Grigne, il Resegone e il Monte Rai.

monte rai

Scendiamo lungo il sentiero che ci porta al Rifugio S.E.C. Marisa Consigliere percorrendo il sentiero che avremmo fatto se fossimo saliti lungo la strada asfaltata invece di deviare per il sentiero delle creste.

Rifugio S.E.C. Marisa Consigliere

Proseguiamo lungo la strada forestale in direzione Monte Rai.
Dopo poche centinai di metri troviamo una deviazione sulla destra che ci porterà alla vetta del monte.

verso il monte rai

La vetta del Monte Rai

La posizione è ottima per avere un’ottima visuale sul Resegone.

monte rai

Alle nostre spalle vediamo la cima del Cornizzolo e il lago di Pusiano

monte cornizzolo

Sulla vetta del Monte Rai parte un sentiero che scende in direzione dell’inconfondibile torre delle antenne, lo percorriamo fino a incrociare di nuovo la strada forestale che avevamo lasciato per salire al Monte Rai.

monte rai

Riserva Sasso Malascarpa

Proseguiamo fino a incontrare i caratteristici massi della riserva Sasso Malascarpa. Queste rocce di calcare bianco sono molto particolari per via di un aspetto a blocchi dovuto a fessure perpendicolari generate dall’acqua.

sasso malascarpa

Avanziamo ancora un po’ lungo il sentiero fino a un punto panoramico molto interessante. Attenzione per arrivarci perché bisogna prendere una deviazione sulla destra segnata da un piccolo cartello circa duecento metri la muraglia di rocce di cui vi ho appena parlato.

deviazione per punto panoramico

Da questa fantastica terrazza potrete ammirare davanti a voi il Monte Barro, il Resegone e il lago di Garlate.

vista su monte barro e resegone

A questo punto potete proseguire lungo il sentiero per vedere le creste del Sasso Malascarpa oppure rientrare verso il rifugio S.E.C.
Come potete vedere nella foto seguente il panorama sui Corni di Canzo è davvero molto bello e anche le creste si rivelano interessanti da visitare.

corni di canzo

Tornati al rifugio Marisa Consigliere per rientrare vi consiglio di seguire la strada asfaltata che vi accompagnerà fino a Eupilio.

Varianti al percorso

Variante 1 – escursione solo al Cornizzolo

Consiglio questa variante alle famiglie. Anche con bambini piccoli, dai 5 anni in su, è possibile salire al Cornizzolo evitando il sentiero delle creste ma mantenendosi sempre sulla strada asfaltata fino al rifugio Marisa Consigliere e da li prendendo il sentiero indicato per la vetta. Con questa soluzione bisogna superare circa 650 metri di dislivello e una distanza complessiva di 13 chilometri. E’ sicuramente un percorso lungo ma la pendenza costante e mai aggressiva lo rende un percorso fattibile.

Variante 2 – Partenza dal lago di Segrino

Per chi vuole rendere più impegnativo il percorso consiglio di partire dal lago di Segrino. Dovrete attraversare il paese seguendo le indicazioni per il Cornizzolo e poi proprio all’ultima curva prima della fine delle case dovrete entrare in una via a sinistra da cui parte il sentiero che vi porta velocemente alla trattoria Brianzola.
In questo caso dovete aggiungere al percorso che ho descritto circa 200 metri di dislivello e 3 km di lunghezza.
Per trovare la partenza del sentiero guardate la foto seguente perché non c’è nessuna indicazione.

eupilio, partenza del sentiero

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.