Escursione da Bellano al monte Albiga e San Defendente

Il monte San Defendente sorge sopra il comune di Esino Lario e si affaccia sul lago di Como offrendo un meraviglioso panorama.
Davanti a voi vedrete la parete del Grignone, alla vostra sinistra il monte Croce di Muggio mentre a destra lo sguardo si perderà lungo i due rami del lago che si uniscono per continuare verso nord.

L’itinerario parte all’interno di un bosco e per tutta la prima parte risulta privo di spunti paesaggistici degni di nota. La situazione si ribalta appena si prende quota ed iniziano ad aprirsi splendide vedute sul lago di Como.
L’aspetto paesaggistico è indubbiamente il punto di forza dell’escursione che offre uno dei migliori punti di osservazione all’interno del panorama lariano.

Il sentiero è di tipo escursionistico senza pericoli e potrebbe essere percorso anche da famiglie ben allenate. In presenza di bambini piccoli o se si ha poca esperienza con la montagna, conviene salire in macchina al Passo di Agueglio o partire da Esino Lario come descritto nelle varianti.

I sentieri sono ben tenuti essendo però a nord e con ampi tratti su terra, è meglio non andare se è appena piovuto in modo da non trovare fango scivoloso.

Non ci sono punti di ristoro lungo il percorso per cui partite ben equipaggiati.
L’avvicinamento in macchina è sicuramente uno dei punti di forza di questa escursione. La partenza si trova poche centinai di metri dopo l’uscita della superstrada per cui, per chi arriva dalle città lombarde, è veramente di una comodità unica.

Mappa e profilo altimetrico

san defendente mappa

Itinerario per monte San Defendente

Il punto di partenza è la località Biosio che si trova poche centinaia di metri dopo l’uscita Bellano della superstrada Valassina nord.
La via è denominata “strada di Biosio” e vi offrirà subito alcuni posti dove parcheggiare. Lasciata la vettura tornate indietro alcune decine di metri e imboccate il sentiero da cui parte l’escursione.

località Bisio

Il primo tratto del sentiero è quello più dissestato, non scoraggiatevi e proseguite all’interno del bosco in direzione della cima di Albiga.

sentiero nel bosco

Ogni tanto alle vostre spalle si aprirà tra gli alberi uno spiraglio che vi permetterà di vedere il paese di Bellano.

bellano

Incontrerete alcuni sentieri ma voi continuate a salire dritti verso la vetta del monte Albiga. Alle vostre spalle potrete vedere il monte Croce di Muggio.

monte croce di muggio

Prendendo quota il lago di Como diventa sempre più visibile.

lago di como

La vegetazione che diventerà più rada indicherà che la vetta del monte San Defendente non è lontana.

lago di como

Ci avviciniamo alla cima e per il tratto finale il percorso prosegue in cresta mostrandoci a sinistra la selvaggia cima di Dasio (Pizzi di Parlasco) e il Grignone.

cima di dasio

Alla nostra destra saremo invece accompagnati dal lago di Como.

bellaggio e il lago di como

Ci siamo, abbiamo raggiunto la vetta!!

croce di vetta del san defendente

Tra le montagne più rappresentative che possiamo vedere c’è sicuramente il Grignone a sud.

grignone dal san defendente

Volgendo lo sguardo a nord incontriamo il Legnone che sorge dietro la Croce di Muggio

legnone e croce di muggio dal san defendente

Osservando il lago è di grande impatto la vista su Bellaggio e le montagne che lo circondano.

lago di como

La via più veloce per scendere è tornare sui propri passi. Vi consiglio tuttavia di compiere un anello intorno al monte San Defendente scendendo verso il passo di Agueglio che vi permetterà di vedere la montagna da un nuovo punto di vista e avere metà discesa con una pendenza più dolce rispetto all’andata.

san defendente

Rientrando per questa via mettete però in conto che dovrete affrontare un tratto di strada asfaltata dove passano le macchine prima di ricongiungervi al sentiero da cui siete saliti. Se in settimana la presenza di vetture è quasi nulla considerate che di domenica c’è un certo movimento. Se non gradite questo tipo di soluzione tornate sui vostri passi una volta raggiunta la vetta.

Varianti al percorso

Variante – Partenza da Passo di Agueglio

Questa soluzione la consiglio solo alle famiglie non abituate ad andare in montagna o se si devono portare bambini piccoli. L’escursione diventa infatti davvero breve e si completa in 2 chilometri e 130 metri di dislivello.
Per arrivare al passo di Agueglio si sale in macchina da Parlasco oppure da Esino Lario e dopo aver parcheggiato si prende il sentiero che parte dalla strada e raggiunge rapidamente la vetta.

Variante 2 – Partenza da Esino Lario

Si tratta di una soluzione intermedia rispetto al percorso descritto nella guida, più breve e con meno dislivello. L’escursione in questo caso diventa di 6,5 chilometri con 380 metri di dislivello.
Si parcheggia nel centro di Esino Lario e si prende la mulattiera che sale al passo di Agueglio.
Il percorso procede con una pendenza lieve fino al passo dove si trasforma in un sentiero che sale per 1 chilometro in modo deciso verso la vetta.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.