Escursione al Crocione del monte San Martino da Lecco

Il monte San Martino (1.090 metri) fa parte del gruppo delle Grigne ed è conosciuto come la montagna di Lecco. Le sue pareti verticali si ergono a ridosso della città e dalla vetta la vista abbraccia ogni quartiere e la prima parte del lago di Como. La terrazza dove sorge il Crocione è inoltre un ottimo punto panoramico verso il Coltignone, Resegone, monte Barro e Moregallo.

L’escursione è breve ma presenta il tratto iniziale e finale molto ripidi. In particolare la prima parte nel bosco si sviluppa su sentiero abbastanza sconnesso che vi metterà subito alla prova.
Arrivati alla Cappella del San Martino, dedicata alla Madonna del Carmine, vedrete il panorama aprirsi e a seguire sarete accompagnati da vedute splendide sul lago e le montagne circostanti.

L’aspetto paesaggistico è il punto di forza di questo percorso indirizzato a un pubblico di escursionisti e famiglie ben allenate.
L’itinerario, evitando le varianti che descrivo nella sezione dedicata, non presenta pericoli. Un’attenzione particolare se ci sono bambini, va prestata nella parte finale quando si dovranno percorrere 100 metri in cresta prima di arrivare in vetta. Il sentiero è comunque largo e molto ripido solo da un lato.

Per il ristoro è possibile fare tappa al rifugio Riccardo Piazza, come sempre verificate l’apertura per non rischiare di trovarlo chiuso.
Il punto di partenza è davvero comodo da raggiungere in macchina dalle principali città lombarde.
In definitiva un’escursione consigliata senza riserve a chi cerca un percorso con ottimi spunti paesaggistici senza allontanarsi troppo dalle città.

Mappa e profilo altimetrico

san martino mappa

Itinerario per monte San Martino

Si parcheggia a Lecco, in via Quarto, raggiungibile percorrendo la vecchia statale che da Lecco porta a Ballabio.
In fondo alla via, in corrispondenza di una piazzetta troverete, alla sinistra di una casa gialla, dei cartelli escursionistici.

lecco, via quarto

Salite lungo la strada asfaltata che si presenta molto ripida per alcune centinaia di metri fino a diventare uno sterrato pianeggiate e quindi un sentiero (il numero 52).
Seguite le indicazioni per San Martino e Rifugio Piazza. Il percorso diventa più tortuoso e su fondo roccioso mantenendosi all’interno del bosco.
Ogni tanto si aprirà uno spiraglio nella vegetazione verso il Resegone.

monte resegone

Alle nostre spalle in alcuni frangenti potrete vedere il Corno Medale.

monte due mani

In 45 minuti arriverete Cappella del San Martino, dedicata alla Madonna del Carmine.

chiesetta monte san martino

Questo punto è una splendida terrazza su Lecco e il monte Barro.

monte barro

Continuiamo verso il San Martino. Abbiamo due opzioni, prendere a sinistra seguendo un sentiero più facile che costeggia la montagna oppure seguire il primo tratto del sentiero Silvia. In entrambi i casi ci ricongiungiamo poco più di 400 metri più avanti, per le famiglie il consiglio è di svoltare a sinistra continuando lungo il sentiero 52.
Il sentiero Silvia è un percorso indicato come impegnativo (descritto nelle varianti) ma che nel primo tratto non presenta nessun pericolo. E’ presente solo una catena posta unicamente per tenersi in caso di rocce scivolose.
Se optiamo per questa soluzione continuiamo lungo il sentiero Silvia per poi svoltare a sinistra al primo bivio che incrociamo e che indica rifugio Piazza.
Mentre percorriamo il primo tratto del sentiero Silvia inizia a vedersi sopra di noi il Crocione del San Martino.

monte san martino

Abbandonato il sentiero Silvia ci immettiamo su un tratto in cui la montagna costeggia il lago di Como.

lago di como

Mentre camminiamo godiamo di un’ottima vista sul monte Moregallo.

monte moregallo

Il sentiero prosegue nel bosco con la vegetazione che diventa sempre più rada.

sentiero sul monte san martino

Mentre saliamo abbiamo alla nostra sinistra il Coltignone e il Corno Regismondo.

monte coltignone

Siamo arrivati alla fine della nostra salita, ci troviamo su una cresta lunga 200 metri che ci porta alla vetta. Percorrendola possiamo ammirare alla nostra sinistra il Corno di Medale.

monte resegone

Eccoci in vetta!

Siamo arrivati, ecco davanti a noi il Crocione metallico del San Martino!

vetta monte san martino

Il panorama spazia verso il Corno Medale con alle spalle il monte Due Mani

corno medale

Bellissima anche la vista verso il Resegone.

vista sul resegone

Per la discesa ripercorriamo il sentiero da cui siamo arrivati fino a incontrare un cartello che ci indica il rifugio Piazza. Svoltiamo a destra e raggiungiamo il rifugio.

rifugio piazza

Le terrazze con i tavolini del Piazza sono un’ottima posizione per ristorarsi guardando il lago di Como.
Dal rifugio saliamo la breve scalinata e ci rimettiamo sul sentiero 52 che ci riporterà a Lecco.

Varianti al percorso

Variante: Percorso Silvia

Il sentiero Silvia è il percorso più rapido che dalla cappelletta porta alla vetta del San Martino.
E’ indicato come sentiero impegnativo per escursionisti esperti e presenta una lunghezza di 700 metri e 170 metri di dislivello.
Il percorso è ottimamente tenuto e pur non presentando punti pericolosi (è considerato come tecnicamente facile) è caratterizzato da tratti con pendenza elevata. Le catene sono state poste essenzialmente per evitare di scivolare sulle rocce lisce in situazioni di umido o bagnato.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.