Escursione al Monte Zucco in Val Brembana partendo da San Pellegrino Terme

Il Monte Zucco alto 1.232 metri, fa parte delle Prealpi Orobiche e sorge in Val Brembana sopra il paese di San Pellegrino Terme.
La cima è raggiungibile in due ore di cammino attraverso un percorso escursionistico adatto a tutti oppure seguendo il sentiero panoramico, un tracciato molto ripido e impegnativo consigliato solo ad escursionisti esperti.

Il percorso principale parte da San Pellegrino Terme e attraversando boschi di faggi si raggiunge la vetta, in circa due ore, superando 800 metri di dislivello.

Dalla cima Il panorama sulle Orobie è ampissimo, a nord ovest abbiamo il Foldone e il Sornadello con a destra i monti Cancervo e Venturosa. A nord-est, dietro il monte Gioco, possiamo vedere il Menna, l’Arera e l’Alben.

Salire sul Monte Zucco è un’escursione appagante che richiede un buon grado di impegno ma non presenta particolari difficoltà tecniche. Considerata l’altezza non elevata della montagna, potrete affrontarla in ogni stagione e godere così di uno dei migliori panorami verso la Val Brembana e le Orobie.

Arrivare a San Pellegrino Terme in macchina è semplice e in paese sono disponibili numerosi parcheggi. Per il ristoro potete contare sul rifugio Zucco posto poco sotto la vetta e normalmente aperto di domenica (come sempre verificate la situazione prima di raggiungerlo).

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.
Per essere aggiornato sulle nuove guide ISCRIVITI alla NEWSLETTER.

Descrizione percorso

L’escursione inizia da San Pellegrino Terme, raggiungete la chiesa parrocchiale e prendete il sentiero 506 che vi porterà dapprima alla baita degli Alpini in località Foppette per poi proseguire all’interno della Valle Merlanga attraverso boschi di faggi e carpini fino ad arrivare in vetta in circa due ore e superando 900 metri di dislivello.

In alternativa potreste percorrere il sentiero per escursionisti esperti 506A indicato anche come sentiero panoramico che sale praticamente in linea retta verso la vetta con una pendenza decisamente elevata. Se volete percorrerlo seguite dal paese il sentiero 506 per poi deviare a sinistra appena incontrate le indicazioni per la variante.
Ve lo sconsiglio però se il terreno è bagnato perché ci sono tratti su terra piuttosto scivolosi e comunque meglio non affrontarlo in discesa in condizioni del terreno non ottimali.

Un’ultima alternativa per raggiungere la vetta del Monte Zucco è partire da S. Antonio Abbandonato raggiungibile in macchina da Zogno o Brembilla. In questo caso il percorso diventa breve e in un’ora con soli 300 metri di dislivello si raggiunge la vetta del monte Zucco.

Sulla cima del Monte Zucco è stata eretta una gigantesca croce di ferro alta 20 metri. L’opera è stata realizzata nel 1965 dal Gruppo Escursionisti San Pellegrino, utilizzando pezzi di traliccio elettrico donati dalle acciaierie Falck.

Poco sotto la cima del Monte Zucco, sul versante sud della montagna è stato costruito nel 1981, in località Foppi, a 1.150 metri di altezza, il rifugio Zucco.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.