Escursione al Pizzo dei Tre Signori partendo da Ornica

Il Pizzo dei Tre Signori è una montagna alta 2.554 metri che si colloca in un punto di incontro tra la Valtellina (Val Gerola), la Valsassina (Val Biandino) e la Val Brembana (Val Stabina). Il nome della montagna ha origini storiche, “Tre Signori” si riferisce alle tre signorie che controllavano le valli ai piedi della montagna.

Il percorso che suggerisco parte da Ornica e vi impegnerà per circa 6 ore con una lunghezza di 13 km e 1.500 metri di dislivello da superare.
La vetta è molto famosa per via della sua posizione strategica che permette di ammirare moltissime vette tra cui: Resegone, Grignetta, Grignone, Legnone, Pizzo di Trona.

Il percorso è di tipo escursionistico senza particolari punti pericolosi. Lo sconsiglio tuttavia alla famiglie per via dell’elevato dislivello che occorre superare.
Il sentiero è in buone condizioni, solo nel tratto dopo la Bocchetta d’inferno dovrete fare attenzione perché si rischia di perdere la traccia in quanto il percorso tra pietre e roccette non sempre è evidente.

L’unico punto di ristoro è l’agriturismo Ferdy che incontrerete a un terzo della passeggiata per cui partite ben equipaggiati di acqua.
Arrivare in macchina a Ornica è semplice e lungo una strada abbastanza larga e comoda.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

pizzo dei tre signori mappa sentieri

La partenza dell’escursione è a Ornica. Consiglio di lasciare la vettura in via Santuario dove è presente un ampio parcheggio.
Seguite la mulattiera indicata con il segnavia CAI 106 che costeggia la strada e attraversando il bosco vi porta fino all’agriturismo Ferdy. Continuate verso la Bocchetta d’Inferno. Un tempo la zona era ricca di miniere di ferro e fucine così da richiamare nella fantasia popolare l’immagine dell’inferno.
Poco prima della bocchetta potrete ammirare sulla sinistra la caratteristica formazione rocciosa denominata “Sfinge”.
Dalla bocchetta alla vetta del Pizzo dei Tre Signori il sentiero diventa più impegnativo senza comunque presentare pericoli. Anche il tratto finale su roccia attrezzato con corda non presenta difficoltà particolari.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.