Escursione alla Croce del Pizzo Rabbioso salendo da Bracca

Il Pizzo Rabbioso si trova tra la Val Brembana e la Val Serina. Il nome non è rassicurante, come non lo è la cresta che collega l’anticima sud del Pizzo Rabbioso alla vetta vera e propria. Si tratta infatti di un percorso breve ma insidioso, indicato solo per escursionisti esperti.
Consiglio di fermarsi sull’anticima per ammirare una croce bellissima (di recente costruzione) e godere di un ottimo panorama verso il monte Zucco, il monte Gioco e l’Alben.
Per raggiungere la vetta vera è propria descrivo nelle varianti il percorso che parte da San Pellegrino.

pizzo rabbioso

Il sentiero, di tipo escursionistico, risulta ben tenuto. E’ breve ma, nella parte iniziale e finale, è caratterizzato da salite ripide senza tuttavia presentare nessun tipo di pericolo.
Le indicazioni non sono chiarissime per cui occorre prestate attenzione a non sbagliare direzione, ad esempio seguendo attentamente la mappa che trovate qui sotto.
Si tratta di una zona poco conosciuta: in settimana facilmente non incontrerete neanche una persona sul cammino! Chi cerca aree ancora selvagge e con poca presenza umana sarà sicuramente soddisfatto.
Da segnalare inoltre che in zona non c’è alcun rifugio, quindi è necessario partite ben forniti ed equipaggiati per ogni necessità.
Ottimo l’avvicinamento in macchina poiché arrivare a Bracca è molto comodo, il paese si trova infatti a soli 10 minuti dalla statale per San Pellegrino Terme.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

pizzo rabbioso mappa

Itinerario per Pizzo Rabbioso

La partenza è presso il campo sportivo di Bracca, un paese facilmente raggiungibile prima di San Pellegrino Terme.
Seguite il segnavia CAI 597 lungo la strada asfaltata che costeggia il ripido fianco della montagna.

sentiero 597

Dopo un paio di tornanti prendete il sentiero sulla destra che indica Croce di Bracca.

sentiero per croce di Bracca

Il percorso, stretto e ripido, vi farà guadagnare quota velocemente salendo all’interno del bosco.

sentiero per croce di Bracca

Mentre salite potrete vedere alla vostra sinistra il Canto Alto.

vista su canto alto

Mentre alla vostra destra la vista si aprirà un’ampia vista sull’Alben.

vista sull'alben

Arrivati alla Croce di Bracca potrete ammirare davanti a voi la vetta del Pizzo Rabbioso.

pizzo rabbioso

Svoltiamo a sinistra e ci ricongiungiamo al sentiero CAI 597 che percorriamo in direzione località Fenii, che raggiungeremo facilmente dopo circa 2,5 km pianeggianti.

località fenii

Continuiamo per ancora 200 metri quando svoltiamo a sinistra sul sentiero che sale al Pizzo Rabbioso, un percorso indicato con paletti rossi che aumenta rapidamente la pendenza.

pizzo rabbioso

Quest’ultimo tratto ci accompagna fino alla vetta sul del Pizzo Rabbioso dove sorge la croce dell’artista Gianbattista Gritti.

pizzo rabbioso croce di Gianbattista Gritti

Il panorama attorno a noi è vastissimo. Davanti abbiamo il Monte Gioco.

vista su monte gioco

A destra l’Alben e il monte Suchello.

vista sull'Alben dal pizzo rabbioso

A sinistra la Corna Maria vicino a noi con alle spalle il Monte Zucco.

vista su Corna Maria e Monte Zucco

Per il rientro torniamo sui nostri passi fino alla località Fenii dove, invece di continuare sul sentiero 597 da cui siamo arrivati, svoltiamo a sinistra e seguiamo un sentiero che costeggiando il torrente ci riporta rapidamente a Bracca.

pizzo rabbioso

Varianti al percorso

Variante 1 – Ritorno per Pizzo di Spino

Mentre si rientra dalla vetta e si arriva in località Fenii, invece di scendere verso Bracca come indicato nel percorso principale, si può seguire il sentiero CAI 594 che ci porta al Pizzo di Spino (958 metri).
Questo tratto si rivela pianeggiante con soli 90 metri di discesa e 2 km di lunghezza.
Da Pizzo di Spino si scende in località Pregaroldi e quindi si rientra a Bracca. Quest’ultimo tratto prevede altri 2,5 km di percorso con 300 metri di discesa.

Variante 2 – Da San Pellegrino a Pizzo Rabbioso

Per raggiungere la vera cima del Pizzo Rabbioso, senza attraversare la difficile cresta che separa la vetta dall’anticima descritta nel percorso principale, conviene partire da San Pellegrino Terme. Si prende la via Fratelli Urbani dove parte il sentiero per Santa Croce.
Volendo si può salire in macchina direttamente alla frazione di Santa Croce per accorciare la lunghezza dell’escursione e parcheggiare dietro la parrocchia.
Si prende via Colle da cui parte il sentiero per la vetta.
Si tratta di un percorso di 10 km andata e ritorno con 700 metri di dislivello se si parte da San Pellegrino e 4,5 km con 350 metri di dislivello se si parte da Santa Croce.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.