Escursione al Sasso Gordona e al rifugio Prabello nella valle d’Intelvi

Il Sasso Gordona è raggiungibile dalla Valle Intelvi, un’incantevole zona in provincia di Como vicina al confine Svizzero.
La montagna, seppur di modesta altezza, 1410 metri, ha un aspetto affusolato affascinante e vi regalerà un trekking stimolante e variegato consigliato agli escursioni esperti per via di alcuni tratti ripidi e impegnativi attrezzati con catene.

Salire sul Sasso Gordona è un’escursione molto interessante sotto tutti i punti di vista: tecnico, paesaggistico e storico. Scoprirete infatti i resti della storica linea Cadorna risalenti ai tempi della Prima Guerra Mondiale.

Gli escursionisti che cercano un percorso più semplice potranno effettuare il periplo del Sasso Gordona invece di salire in vetta mentre le famiglie potrebbero fermarsi al rifugio Prabello che offre un’ottima posizione panoramica sulla Valle Intelvi ed è l’unico punto di ristoro presente lungo il percorso.

Arrivare in macchina al Pian delle Alpi purtroppo non è comodo, gli ultimi tre kilometri di strada sono infatti lungo una carreggiata stretta consigliata a chi è pratico di strade di montagna.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

sasso gordona mappa sentieri

Per effettuare l’escursione raggiungete il paese di San Fedele d’Intelvi e proseguite verso Casasco. Da qui parte una strada tortuosa e stretta per Erbonne che dopo 3 kilometri vi porterà al Pian delle Alpi dove potrete parcheggiare.

Prendete la strada forestale per Passo Bonello e quindi Poncione di Cabbia, attraverserete un bosco e vi troverete di fronte alla parete ovest del Sasso Gordona.
Alla vostra sinistra lo sguardo si perderà verso l’ampia valle Intelvi mentre alle vostre spalle potrete vedere il monte Generoso.

Proseguite verso il rifugio Prabello ex caserma della Guardia di Finanza che si trova a 1.200 metri. Vi aspetta ora il tratto più impegnativo dell’escursione. La salita alla vetta si sviluppa infatti lungo un sentiero di tipo EE stretto e molto irto in cui sono state poste catene e parapetti nei punti più esposti.

Arrivati in vetta a 1410 metri, il panorama è ampissimo, potrete scorgere una parte del lago di Como circondato dal Legnone e dal monte Crocione.
Non molto distante da voi sorge il Monte Generoso con accanto il Fiore di pietra mentre a est riconoscerete il profilo del monte San Primo con dietro la Grignetta e il Grignone.

Continuate l’escursione scendendo lungo il versante orientale del Sasso Gordona, dovrete affrontare un sentiero ripido ma con catene ben posizionate e in generale in condizioni migliori del percorso dell’andata.

Sui fianchi della montagna sono presenti fortificazioni costruite durante la prima guerra mondiale che fanno parte della famosa “Linea Cadorna”. Troverete ricoveri, linee di trincea e postazioni per mitragliatrici.

Una comoda strada forestale vi permetterà di chiudere l’anello e tornare a Pian delle Alpi.

Variante semplice – Periplo del Sasso Gordona

Per chi preferisce un percorso meno impegnativo è possibile evitare di salire sulla vetta del Sasso Gordona eliminando così i tratti di sentiero EE dal trekking.
In questo caso giunti al rifugio Prabello invece di proseguire per la cima della montagna, seguite le indicazioni per il periplo sud, così da percorrere un sentiero semplice e pianeggiante che vi farà ricongiungere al percorso principale in corrispondenza del monte Fontanella.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.