Escursione in Vallunga partendo da Selva in Val Gardena

La Vallunga è una splendida valle facilmente raggiungibile da Selva di Val Gardena all’interno del parco naturale Puez-Odle.
Percorrendo il sentiero che l’attraversa potrete ammirare da un lato l’imponente Monte Stevia e il Gruppo del Puez, dall’altro il Col Turond.
Il fondovalle è chiuso da un ripido sentiero che sale alla Forcella de Ciampac da cui si può guardare verso Corvara e l’alta Val Badia.

La Vallunga è una meta consigliata in ogni stagione per ogni tipo di pubblico.
In estate le famiglie troveranno un percorso semplice ma emozionante grazie all’estrema vicinanza con enormi pareti scoscese che in più di un’occasione vi faranno mancare il fiato per la loro imponenza.
I sentieri sono in perfette condizioni tanto che non rappresenta un problema percorrerli con un passeggino.

Per gli escursionisti la Vallunga rappresenta un ottimo punto di partenza per trekking più impegnativi e articolati.
In inverno infine la valle è perfetta sia per camminare sulla neve in sicurezza che per praticare sci di fondo.

Per ristorarvi è presente un bar all’ingresso della Vallunga oppure potrete fare una sosta alla Baita Ciampac.

Arrivare in macchina al punto di partenza dell’escursione è semplicissimo. Vi consiglio di lasciare la vettura al parcheggio della funivia Dantercepies.
In alternativa potete portarvi al parcheggio che c’è all’imbocco della Vallunga, in questo caso però considerate che l’ultimo tratto di strada da percorrere in macchina è abbastanza stretto.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

vallunga mappa sentieri

L’escursione in Vallunga parte da Selva di Val Gardena. Lasciare la vettura al parcheggio della funivia Dantercepies.
Si prosegue lungo un sentiero che rimane in piano fino alla piccola ma graziosa cappella di San Silvestro.
Subito dopo il percorso inizia a salire attraversando un bosco di larici e cembri. La pendenza tuttavia si mantiene sempre modesta e adatta anche a famiglie con passeggini.

Numerose sono le panchine e i tavoli per permettervi una sosta così da ammirare le ripide pareti di roccia.
Continuando la valle si stringe e sarete circondati da pascoli e boschetti di pini mughi.
Arrivati all’altopiano di Pra da Ri, gli spazi tornano ad aprirsi e potrete fermarvi in un ampio pianoro circondato dalle montagne.

Questo trekking vi impegnerà circa due ore con soli 200 metri di dislivello da superare. Per un percorso più impegnativo potete continuare verso il rifugio Puez oppure verso la Forcella de Ciampac, in questo caso considerate altri 600 metri di dislivello da affrontare.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.