Escursione allo Zucco di Sileggio e a Santa Maria sopra Olcio da Mandello del Lario

Lo Zucco di Sileggio è una montagna che si erge sopra Mandello del Lario al cospetto del Grignone e della Grignetta.
Il panorama sul lago di Como è splendido, si può ammirare da posizione privilegiata l’intero ramo di Lecco con tutte le montagne circostanti tra cui: Moregallo, Corni di Canzo, San Primo e sulla sponda opposta Crocione, Grona e Bregagno.

L’escursione è di media lunghezza ma abbastanza impegnativa per via della salita ripida. In poco meno di tre chilometri dovrete superare quasi 1.000 metri di dislivello. La discesa è più graduale sviluppandosi su un percorso di oltre 6 chilometri.
Il sentiero è di tipo escursionistico e non presenta punti pericolosi, non mi sento tuttavia di consigliarlo alle famiglie per via dell’elevata pendenza della salita

Lungo il percorso non sono presenti punti di ristoro, solo nella fase di discesa, quando sarete ormai quasi rientrati, potrete rifornirvi a Santa Maria Sopra Olcio oppure, proprio poco prima del parcheggio, all’agriturismo la Selvaggia.

Arrivare al punto di partenza dell’escursione in macchina è comodo, si esce dalla superstrada ad Abbadia Lariana e si percorre per pochi chilometri una carreggiata larga.

LeMontagne.net è anche sui social: seguimi su:
YOUTUBE, FACEBOOK e INSTAGRAM.

Mappa e profilo altimetrico

zucco sileggio mappa sentieri

La partenza è a Sonvico dove sono presenti alcuni posti auto proprio poco prima della partenza dell’escursione.
Il primo tratto è una mulattiera che sale tra prati e ulivi. Giunti ad un bivio si prende il sentiero 17A che sale deciso fino alla vetta.

Per la discesa percorrete la cresta dello Zucco di Sileggio dirigendovi alla Bocchetta di Verdascia e a seguire svoltate a destra lungo un sentiero che scende abbastanza ripido per un chilometro.
Proseguite fino ad arrivare alle baite di Era Alta dove incrocerete il sentiero 17 che scende dalla Bocchetta di Prada. Tenete la destra e continuate fino al Santuario di Santa Maria sopra Olcio dove nei giorni festivi potrete ristorarvi. Questo tratto presenta una pendenza lieve e offre un panorama spettacolare sulle Grigne.

Dopo il Santuario si prosegue su una via Crucis che ci porterà alla case di Sonvico dove avevamo lasciato l’auto.

Clicca sulle immagini per lo zoom e poi l’icona in basso a sinistra per vederle fullscreen in 4K.